Recentemente Beppe Severgnini ha commentato sul blog del Corriere della Sera l´annuncio del Governo Italiano di ridurre alcune attività notarili.

per le transazioni relative a beni immobili a uso non abitativo fino a 100mila euro, e la costituzione di alcune società (srl semplificate e società semplici), non ci sarà più bisogno del notaio.
— Beppe Severgnini

Beppe ha inoltre sottolineato la difficoltà dei notai nel scrollarsi di dosso l´immagine negativa di una delle caste più odiate in Italia.

I notai non sono simpatici a tutti.
— Beppe Severgnini

Ha ragione. La difficoltà sta soprattutto nel comunicare con l´esterno la vera importanza del nostro lavoro evitando di scadere nel banale ma cercando di rendere trasparente quei processi fondamentali nella vita patrimoniale di un cittadino.

Aggirando il notaio aumenta il rischio di frodi identitarie (è già accaduto dopo l’esclusione delle volture delle autovetture) e di confusione ipotecaria: una concausa della crisi dei mutui americani, e sappiamo quanto ci è costata.
— Beppe Severgnini

Grazie Beppe! Spero di riuscire a contribuire a combattere gli stereotipi.